* Nome e Cognome:

* E-mail:

Telefono:

Cosa ti interessa?

Messaggio:

* I campi con l'asterisco sono obbligatori

La nascita di un bambino è un momento importante e felice per tutti coloro che attorno alla nuova vita riverseranno il calore familiare, la tenerezza empatica tipica di questa situazione meravigliosa, di questo attimo di vita intenso e delicato.
Un momento indimenticabile, e come altri simili momenti, sebbene la magia della nascita implichi un mistero intenso difficilmente narrabile se non irrazionalmente, immortalarlo è un Arte.
La fotografia di bimbi appena nati è una professione di livello superiore tante sono le variabili che determinano la perfezione non banale di uno scatto rivolto ad un neonato.

Eppure alcuni fotografi famosi, con creatività, ispirati evidentemente da sentimenti, accorgimenti che proprio nell’irrazionale, hanno caratterizzato la loro arte.
Una di esse è la fotografa di bambini Anne Geddes, australiana, abile nell’inquadrare i bambini di ogni età, anche neonati, nel loro mondo, nella loro espressioni, ambientando le scenografie di sfondo ispirando frames fiabeschi, quasi surreali.
Eppure, nel contrasto tra le immagini e la profonda verità insità, il risultato è stato apprezzato ovunque e Anne Geddes ha determinato la sua carriera rivolta quasi unicamente in questa direzione.

Con questa premessa è dunque chiaro che, nell’ambito della fotografia rivolta ai bambini, non si può indirizzare la professionalità rivolgendosi solo agli aspetti tecnici, occorre invece la giusta ottica da parte del fotografo, ancora più bravo se riesce a sentirsi lui stesso bambino tra i bambini.
Pensate al tipo di fotografia che voi stessi rivolgete ad essi: il più delle volte vi ponente dall’alto puntando la fotocamera con un angolo sbagliato. Se, al contrario, provate ad inginocchiarvi all’altezza del vostro soggetto, sia in solitudine o all’interno di un contesto di festa o gioco, ponendovi nella stessa visuale determinata dall’altezza diversa rispetto a voi, già noterete un grande miglioramento nell’ottica diversa, con il risultato di ottenere una serie di scatti migliori non solo tecnicamente.

Tra gli uomini meritano una menzione particolare Elliott Erwitt, reso celebre proprio grazie alla mostra, poi anche successo letterario specifico del settore, Fifty Kids; nella storia della fotografia bianco/nera, anche il transalpino Robert Doisneau ha immortalato bambini meravigliosi e naturali, nel pieno del neorealismo, in questo caso fotografico, nelle loro attività ludiche nella Ville lumiere del primo dopoguerra.

Grazie alle testimonianza su pellicola di questi grandi Illustri, nasce una riflessione concreta destinata al pubblico che si rivolge alla fotografia professionale per richiedere servizi destinati a immortalare i momenti più emotivi e significativi dei propri bambini, come la nascita, una cerimonia, una giornata da ricordare nel gusto artistico oltre che nei ricordi impressi.

In questi ambiti i servizi fotografici per neonati debbono assolutamente tenere conto dei requisiti precedentemente descritti puntando sino in fondo all’aspetto psicologico del soggetto, cercando assieme ai genitori di trovare la giusta ambientazione nella quale determinare gli scatti, che siano il più possibile empatici e naturali, emozionali, ricorrendo all’alternanza di tecniche a colori e bianco/neri ricchi di contrasti, ben definiti o sfumati.
Soprattutto il fotografo dovrà essere particolarmente cauto nel adoperarsi con dimestichezza durante l’eventuale maneggiamento del neonato, in questo si denota la professionalità di settore.